· 

COME MIGLIORARE L'INTELLIGENZA DI TUO FIGLIO

VUOI MIGLIORARE L'INTELLIGENZA DEL TUO BAMBINO?

Portalo a lezioni di Gioia 

 

Un tempo si credeva che l'intelligenza si potesse sviluppare fino al periodo dell'infanzia ma in un mondo in continuo cambiamento anche gli studi sul cervello sono sempre più interessanti e approfonditi. 

Il neuropsichiatra americano Eric Kandel ha vinto il premio Nobel per le neuroscienze nel 2000 per aver scoperto che lo sviluppo del cervello può invece crescere ma anche diminuire nel corso di tutta la vita e ciò è alla base di molti progressi medici, compreso il modo in cui trattiamo le capacità di apprendimento e le malattie mentali. Gli studi sulla neuroplasticità del cervello sostengono che si possono creare nuovi neuroni (neurogenesi) anche oltre a 70 anni, prova che possiamo migliorare l’intelligenza in qualsiasi fase della nostra vita. 

 

 

Cosa determina questa plasticità?

Il cervello dei nostri bambini per esempio, sta cambiando in funzione degli stimoli che ricevono, in particolare dalle nuove tecnologie e dall'uso eccessivo dello smartphone che causa evidenti problemi, come gobba, piede lento ma soprattutto un blocco degli occhi con l' addormentamento di alcune aeree del cervello con effetti altamente dannosi per la salute e lo sviluppo cerebrale.

Per cercare di invertire questa epidemia e voler crescere figli svegli e intelligenti, oltre a un'educazione familiare, dobbiamo scegliere attività che prediligono l'integrazione e il riequilibrio due emisferi.

 

 

Quali sono le attività più indicate per sviluppare l'intelligenza nei bambini ?

Da quelle musicali a quelle artistiche al rapporto con gli animali; ma quando si parla di attività motorie in genere, quasi tutte stimolano il sistema nervoso con grandi benefici a livello corporeo, ma non nello specifico al cervello. Proporre quindi attività di movimento che permettono una consapevolezza corporea, la coordinazione, lo sviluppo dell'equilibrio psicofisico sono senz'altro le più indicate. 

 

 

Le nuove scoperte delle neuroscienze

Come sostengono gli neuroscienziati di Harward del dipartimento di Neurobiologia, sincronizzare musica e movimento-danza stimola i centri di ricompensa del cervello, attiva i suoi circuiti sensoriali e motori con miglioramenti sulla memoria e un rafforzamento delle connessioni neuronali. 

 

 

Mille piedi danzanti per un nuovo mondo di gioia

La danza pertanto è l'attività fisica per eccellenza per uno sviluppo globale armonioso della persona sin dai primi anni di vita. Attraverso il primo e importante strumento che abbiamo tutti, il nostro corpo, possiamo imparare a radicarci, a sentire la sua centralità attraverso un linguaggio universale, quasi divino.

 

Per sostenere i bambini della nuova generazione servono attività che li educhino all'intelligenza emotiva, cioè all'uso corretto delle emozioni per riuscire ad affrontare meglio la vita ma anche allo sviluppo delle competenze cognitive attraverso il riequilibrio dei due emisferi, facilitando l'apprendimento oltre alla conoscenza del proprio corpo, che molto spesso viene dimenticato, per mancanza di educazione.

 

 

La danza e movimento creativo metodo Gioìa® 4 kids è un insieme di movimenti consapevoli, di danze in gruppo, in coppia e libere, abbinate alle musiche a 432hz che avvolgono i bambini tra colori che fluttuano nell'aria e a volte si impregnano su carta ma sempre in ascolto del corpo che vuole esprimersi, non solo a parole, offrendo un sano sviluppo del loro cervello, dell'intelligenza emotiva in sinergia con l'aspetto spirituale.   

 

Quali sono i benefici di questa innovativa danza? 

Il metodo Gioìa® è un attività fisica che esplora la relazione tra corpo e mente attraverso il movimento.

Nei bambini come negli adulti avviene un incremento del flusso sanguigno nel cervello ossigenandolo, contribuisce a sviluppare gli schemi neurologici e a produrre sostanze che facilitano la plasticità del cervello. 

Per questo iniziare la giornata con il nostro metodo, significa migliorare la sfera cognitiva a tutte le età in bambini, adulti e anziani.

 

 

Nelle lezioni di gioia ci sono diverse fasi che si sviluppano organicamente, come respiro, movimenti spinali, movimenti omologhi, movimenti omolaterali e controlaterali, attraverso la triade del metodo che viene proposta con un approccio ludico e al ritmo delle speciali musiche.  

 

La danza e movimento creativo Metodo Gioìa® aiuta gli studenti a concentrarsi meglio in classe, ideale anche per i bambini che vengono “erroneamente” definiti con ADD, ADHD e nei di bambini autistici. 

Il bambino impara e integra i movimenti primitivi e le forme simmetriche e asimmetriche nello strisciare come un serpente o muoversi come un orso. 

Le lezioni possono essere svolte sia in gruppo o in sessioni private di 30 minuti.

 

 

Cosa dicono genitori e insegnanti 

 

Monica è un avvocato di Milano, ha un bambino di 4 anni molto insicuro, si esprime poco ed è sempre impacciato. “Il martedi quando lo vado a prendere a scuola per portarlo a lezione di gioia, è sempre entusiasta”, ci racconta  “da introverso con difficoltà motorie è come se in quell'ora settimanale ritrovasse il suo spazio espressivo in un ambiente sicuro e non competitivo. E' molto sereno e affettuoso quando usciamo. Nei giorni successivi noto come la sua personalità è più vivace". 

 

Anche gli insegnanti che utilizzano il metodo nella scuola hanno notato grandi progressi nei loro studenti. “Da quando ogni mattina inizio le attività con le lezioni di Gioia, vedo nei bambini aumentata la concentrazione, la capacità di imparare più velocemente con un incremento della memoria. Incredibile. Poi succede che a volte non faccio fare alcune danze, ed ecco che i bambini me lo ricordano con entusiasmo” sostiene Maria insegnante di una scuola primaria.

 

a cura di Alessandra Morri

 

fondatrice del metodo Gioìa®

 

 

Ogni parte del testo può essere diffusa solo citando la fonte.